Blog
Come Trapiantare Le Piante Di Peperoncino
6 min

Come Trapiantare Le Piante Di Peperoncino

6 min

Coltivare piante di peperoncino è molto gratificante e, se fatto bene, può produrre abbondanti raccolti di gustosi peperoncini piccanti. Il trapianto è un'abilità cruciale nella coltivazione dei peperoncini e vogliamo svelarti tutti i suoi segreti.

Le persone che coltivano piante di peperoncino raramente fanno germinare i semi direttamente nei vasi finali, ma preferiscono usare semenzai o piccoli vasi per la germinazione dei semi e, man mano che le piante crescono, trapiantarle in vasi più grandi.

Questo processo è conosciuto come trapianto o rinvaso. Sebbene semplice, l’arte del trapianto è una parte essenziale di quasi tutto il mondo dell’orticoltura. Qui ti mostreremo come trapiantare le piantine di peperoncino appena germinate in vasi più grandi e quelle più mature nei vasi finali all’aria aperta.

Cos’è il trapianto?

Trapiantare Le Piante Di Peperoncino: Cos’è il trapianto?

Il trapianto consiste nello spostare una pianta da un vaso più piccolo ad uno più grande. Questo processo viene eseguito per stimolare una crescita più esuberante. Ad esempio, è imprescindibile trapiantare le piantine di peperoncino da un semenzaio a vasi più grandi. Nella maggior parte dei casi, si trapianta almeno due volte: una al chiuso ed una all’aperto.

Se non si trapianta al momento giusto, le radici delle piante inizieranno ad aggrovigliarsi nel terreno e a diventare troppo grandi per il loro ambiente. Ciò ostacolerà lo sviluppo delle piante e la loro salute potrebbe risentirne. Quindi, è sempre meglio evitarlo!

Sebbene non sia particolarmente difficile, è una procedura che richiede cure ed un buon tempismo al fine di evitare problemi come lo shock da trapianto. Inoltre, se intendi trasferire le piante di peperoncino all’aperto, dovrai prima acclimatarle affinché possano adattarsi meglio al loro nuovo ambiente.

Quando trapiantare le piantine di peperoncino

Conoscere il momento migliore per il trapianto attenuerà il rischio di shock e garantirà una transizione meno traumatica. Fortunatamente, ci sono alcuni semplici segnali grazie ai quali possiamo capire quando è ora di rinvasare le giovani piantine di peperoncino.

Indoor

Trapiantare Le Piante Di Peperoncino: Indoor

Se stai coltivando le tue piantine di peperoncino indoor, tutti i segnali per capire quando trapiantare arriveranno dalle piante stesse.

Il motivo per cui trapiantiamo è dare alle radici più spazio per crescere e, di conseguenza, aiutare le piantine a crescere meglio. Ma come facciamo a sapere quando una piantina di peperoncino ha bisogno di essere trapiantata in un vaso più grande?

Il metodo più semplice è contare le foglie. Quando una piantina ha sviluppato quattro o più serie di foglie vere, è giunto il momento di spostarla in un vaso più grande. In genere, la pianta sarà alta circa 10cm in questa fase e saranno passate 3 o 4 settimane dalla sua germinazione. Siccome le piante sane seguono schemi di crescita quasi identici, osservare questi segnali è il miglior modo per rinvasare le piantine di peperoncino al momento giusto.

Tuttavia, ci sono un paio di varietà che potrebbero non seguire questi schemi. In questi casi, un altro modo per accertarsi che sia arrivato il momento di trapiantare è vedere se dal fondo del vaso esce qualche radice. Se le vedi, allora stanno diventando troppo grandi per il loro vaso e saranno felici di essere trasferite in uno più grande!

Nota: Questa è anche la fase in cui dovresti iniziare a concimare le piante.

Outdoor

Trapiantare Le Piante Di Peperoncino: Outdoor

Sapere quando trapiantare outdoor è un po’ diverso. Nella maggior parte dei climi, le piante di peperoncino devono prima acclimatarsi all’ambiente esterno, perché hanno passato settimane in luoghi caldi ed ospitali.

Detto questo, dopo circa 2 o 3 mesi di crescita, sarebbe meglio spostare le piante di peperoncino all’aperto. Ma non è tutto. Anche il tempo dev’essere favorevole. Un’improvvisa gelata può facilmente arrestare o uccidere le piante di peperoncino, quindi assicurati che siano già passate tutte le gelate (che di solito finiscono a fine maggio). A dire il vero, sarebbe meglio aspettare tre settimane dopo l’ultima gelata per evitare qualsiasi rischio di gelate improvvise.

Se sono abbastanza mature ed il tempo lo consente, le piante di peperoncino saranno pronte per essere trasferite outdoor.

Articolo correlato

Come Coltivare I Peperoncini Piccanti All'Aperto

Come trapiantare le piante di peperoncino in vasi più grandi

Come trapiantare le piante di peperoncino in vasi più grandi

Trapiantare le piantine di peperoncino in vasi più grandi non comporta particolari difficoltà, ma dovrai stare attento. Soprattutto quando sono molto giovani, le piante sono estremamente sensibili ed eventuali danni o shock possono causare problemi permanenti o risultare addirittura letali. Quindi, cerca di essere molto delicato!

Strumenti

  • Terriccio
  • Vasi più grandi: Di dimensioni superiori a quelli precedenti o direttamente il vaso finale, a seconda di come scegli di far crescere le tue piante
  • Guanti (opzionali)
  • Etichette
  • Cesoie

Procedimento

Ecco come trapiantare le piantine di peperoncino in vasi più grandi.

1º passaggio: Etichettare i vasi (opzionale)

Se stai coltivando diverse varietà di peperoncino, vale la pena contrassegnare i nuovi vasi con il tipo di pianta in modo da non confonderle!

2º passaggio: Preparare lo spazio

Come per tutte le cose della vita, i preparativi renderanno le cose molto più facili. Libera uno spazio dove lavorare e, se lo fai in casa, cerca una superficie idonea per non spargere terra ovunque. Inoltre, una volta che inizi a rimuovere le piantine di peperoncino dai loro vecchi vasi, devi essere pronto a metterle subito nelle loro nuove case per ridurre al minimo lo shock.

3º passaggio: Pre-inumidire il terriccio

Usando un po’ d’acqua, senza esagerare, inumidisci il terriccio. Non devi inzupparlo e renderlo fangoso. Leggermente umido sarà perfetto!

4º passaggio: Riempire il fondo dei vasi con uno strato di terriccio

Versa circa 2 o 3cm di terriccio sul fondo dei nuovi vasi. Non devi compattarlo troppo, poiché le radici della pianta dovranno attraversarlo per crescere.

5º passaggio: Rimuovere le piantine

Prima di sollevare le piantine, schiaccia delicatamente le pareti del vasetto del semenzaio (o qualsiasi altro vasetto in cui sia germinata e cresciuta la piantina) per allentare il terreno.

A questo punto, capovolgi il vasetto tenendo la pianta tra il dito medio e l’indice (o indice ed anulare), con il palmo della mano rivolto verso la terra. Dovrebbe scorrere via facilmente, ma cerca di essere molto delicato, perché potresti danneggiare il giovane gambo.

6º passaggio: Allentare le radici

Questo è necessario solo se la matassa di radici è diventata molto compatta o si è aggrovigliata troppo. In tal caso, passala tra i palmi delle mani delicatamente, quel tanto che basta per allentarla un po’. Questo aiuterà le radici ad espandersi nella loro nuova casa.

7º passaggio: Trapiantare

Adagia le radici della piantina nel nuovo vaso e riempilo di terra, senza schiacciarla troppo e lasciandola cadere in modo naturale intorno alla piantina. Riempi il vaso fino a circa 1cm dal bordo del vaso.

A questo punto, non lasciare che le foglie della piantina tocchino il terreno, poiché potrebbe favorire la diffusione di infezioni batteriche o fungine. Se necessario, rimuovi un po’ di terra per tenere le foglie lontane dal terriccio.

8º passaggio: Comprimere e rabboccare

Una volta riempito il vaso, puoi iniziare a compattare delicatamente il terriccio. Anche in questo caso, cerca di essere molto delicato. Non devi far diventare duro il terreno, ma devi mantenerlo ben drenato ed aerato. Quindi, aggiungi uno strato superiore di terriccio fresco ed assicurati che non tocchi le foglie!

9º passaggio: Annaffiare

Annaffia leggermente per aiutare il terriccio ad assestarsi e per idratare la pianta.

10º passaggio: Estirpare le piantine di troppo

A volte, da un vasetto potrebbero germinare più piantine e, man mano che inizieranno a crescere, le radici si contenderanno uno spazio limitato ed entrambe soffriranno. Scegli la piantina più piccola e dall’aspetto più debole e sacrificala usando delle forbici o cesoie. In questo modo, quella più grande potrà prosperare!

Come trapiantare le piante di peperoncino nel giardino

Come trapiantare le piante di peperoncino nel giardino

Trapiantare le piante di peperoncino in un giardino è un processo leggermente diverso, anche se altrettanto semplice. Prima di farlo, controlla il tempo ed assicurati di acclimatare prima le piante.

Acclimatare prima di trapiantare

L’acclimatamento consiste nel rafforzare la pianta per adattarla al suo nuovo ambiente. Fondamentalmente, si adotta quando si spostano le piante da ambienti artificiali ed ospitali a quelli esterni più freddi e ventosi.

Per acclimatare una pianta di peperoncino, introducila gradualmente nel suo nuovo ambiente, ogni giorno qualche ora in più per una o due settimane. Se si vede ancora sana e forte dopo aver trascorso tutta la notte ed il giorno all’aperto, è pronta per la sua nuova vita nel grande mondo!

Articolo correlato

Come Acclimatare Le Piante Di Peperoncino

Strumenti

  • Terriccio
  • Vaso grande
  • Fertilizzante
  • Compost (opzionale)

Procedimento

Fondamentalmente, il processo è lo stesso del trapianto di piantine in vasi più grandi, ma ci sono alcune differenze tecniche. Per trapiantare outdoor delle piante di peperoncino di 2 o 3 mesi, ecco cosa devi fare.

1º passaggio: Acclimatare le piante

Segui la nostra guida sull’acclimatamento delle piante di peperoncino per assicurarti di fare tutto correttamente.

2º passaggio: Preparare il nuovo vaso

Riempi il nuovo vaso da posizionare all’aperto con del terriccio. Come per il primo metodo, inumidisci solo, senza inzuppare. Lascia circa 5cm liberi nella parte superiore.

3º passaggio: Concimare il terreno

A questo punto le piante saranno ormai grandi e pronte per iniziare a produrre peperoncini. Procedi con una corretta concimazione. Seguendo le istruzioni del fertilizzante scelto, aggiungilo alla miscela di terriccio.

4º passaggio: Aggiungere compost (opzionale)

Scava un solco in cui posizionare la nuova pianta ed aggiungi un po’ di compost per darle un inizio ricco di sostanze nutritive con cui iniziare la sua nuova vita all’aria aperta. Sebbene questo passaggio non sia essenziale, aiuterà comunque le piante a produrre frutti sani in grandi quantità.

5º passaggio: Adagia la pianta di peperoncino nella sua nuova casa

Separa delicatamente la pianta e le radici dal vecchio vaso (compresa la terra). Se capovolgi il vaso dovrebbe uscire da sola.

Posizionala nella buca che hai scavato nel nuovo vaso. Questo buco dovrebbe avere le stesse dimensioni del vaso da cui stai prelevando la pianta. Una volta dentro, riempi gli spazi vuoti con terriccio nuovo e livellalo.

6º passaggio: Annaffiare e posizionare al sole

Annaffiare aiuta il terreno e le radici a stabilizzarsi e garantisce che la pianta sia adeguatamente idratata man mano che si adatta alla sua nuova casa. Ora, posiziona le piante di peperoncino all’ombra per un giorno affinché possano riprendersi prima di posizionarle in un luogo in cui riceveranno almeno otto ore di luce diretta al giorno.

Dopodiché, faranno tutto loro. Prenditi cura di loro ed aspetta di raccogliere dei fantastici peperoncini freschi.

Si può trapiantare una pianta di peperoncino che sta già fruttificando?

Si può trapiantare una pianta di peperoncino che sta già fruttificando?

A meno che non ci sia qualche motivo particolare per cui è necessario farlo, sarebbe meglio evitare di trapiantare una pianta che sta già fruttificando.

Il trapianto causerà sempre un po’ di stress alla pianta, che dovrà spendere dell’energia per superarlo. Al di fuori della fase di fruttificazione, non c’è alcun problema, ma una volta che la pianta sta dedicando tutte le sue energie alla creazione di frutti, potresti causarle qualche danno se provi a trapiantarla. Ed anche se non dovesse risultare letale, aspettati una crescita ritardata e stentata se lo farai.

Trapiantare le piante di peperoncino: Necessario e semplice

Come puoi vedere, trapiantare una pianta di peperoncino non è né difficile né costoso. Un po’ di amore e pazienza dovrebbero bastare per completare il processo velocemente e facilmente.

La cosa più importante da tenere a mente è il tempismo. Dopotutto, il trapianto consiste nello spostare una pianta da una casa all’altra al momento più opportuno. Osserva bene le tue piante ed il tempo e riuscirai a farlo correttamente. Se tutto filerà liscio, sarai certo che le tue piante di peperoncino cresceranno sane, felici e rigogliose!

Max Sargent
Max Sargent
Max scrive da oltre un decennio e negli ultimi anni si è dedicato al giornalismo sulla cannabis e la psichedelia. Scrivendo per aziende come Zamnesia, Royal Queen Seeds, Cannaconnection, Gorilla Seeds, MushMagic ed altre, ha acquisito ampia esperienza in questo settore.
Coltivazione Peppershop
Cerca nelle categorie
o
Cerca